L'ORTO DI ELVIRA - LUGLIO 2012 PDF Stampa E-mail
Vivere la campagna
Giovedì 19 Luglio 2012 16:16

Ed eccoci qui, in piena stagione estiva, a parlare dell’orto e delle sue novità.
Il caldo opprimente dell’ultimo periodo ha messo in difficoltà anche i contadini e le coltivazioni all’aperto. Il pomodoro è un frutto estivo, ma a tutto c’è un limite! Nella nostra zona sono stati  raggiunti i 40° all’ombra, e se all’ombra ci sono 40° al sole ce ne saranno almeno 45°! I pomodori sotto la serra hanno sofferto un po’: per questo motivo abbiamo pensato di coprire la cupola con un telo scuro, così da attutire gli effetti del sole. Alcune piantine sono seccate, altre sono state attaccate da un parassita, la Tuta absoluta, una farfalla notturna che deposita larve che attaccano il frutto anche se è ancora verde. Queste piante sono state trattate con lo Spinosad-11, un antiparassitario in polvere da diluire in acqua. Il problema allo stato attuale sembra arginato, vi terremo aggiornati sugli sviluppi. Intanto, nella foto sotto, potete vedere i pomodori sotto la serra che hanno praticamente raggiunto il tetto. Vi ricordate le foto che ho pubblicato in precedenza?

ATTUALE Serra 19 luglio ’12

Pomodori in serra a Luglio

 

PRECEDENTE Serra 6 giugno ‘12

Pomodori in serra nel mese di Giugno

 

PRECEDENTE Serra 7 maggio ‘12

Pomodori in serra nel mese di Maggio

Una bella evoluzione, vero?

 

 

Ed ora andiamo a vedere l’orto sul campo esterno. I pomodori sono stati piantati più tardi rispetto a quelli nella serra: le temperature della prima metà di maggio non erano ideali per la piantagione del pomodoro all’esterno e perciò non sono ancora grandi come gli altri. Fortunatamente, però, non hanno avuto problemi di parassiti o altro, anche se, di questo passo, ci vorrà fine agosto per iniziare a preparare la salsa: ci attendono tante e tante sessioni di lavoro! Si sa, le donne calabresi, se non hanno almeno 500 bottiglie di salsa in dispensa, non possono affrontare l’inverno…

L'orto sul campo esterno, esposto a Sud

Campo esterno dei pomodori e di altri ortaggi

 

Ci vorrà ancora un po’ di tempo per la salsa

 

Ogni orto di pomodori ha il suo cespuglio di basilico.

 

 

Sotto potete vedere le piante delle melanzane. Vi domanderete cos’è quella polvere bianca sulle foglie: ebbene sì, anche le melanzane sono state oggetto di attenzione da parte di alcune farfalline… Dopo aver raccolto le melanzane più mature, Elvira ha trattato le piante con un apposito prodotto in polvere per debellare il parassita. Il prossimo raccolto lo farà tra più di 10 giorni.

 

Piante di melanzane

 

 

E le melanzane già raccolte dove saranno? Eccole qui! Se per la salsa di pomodoro dobbiamo ancora aspettare, la produzione dei sott’oli è già iniziata. Abbiamo sbucciato e tagliato à la julienne le melanzane. Poi sono state in ammollo in acqua, sale e aceto per 24 ore. Trascorso il tempo sono state pressate per eliminare tutta l’acqua e condite con agli, peperoni tagliati sottili ed un po’ di peperoncino piccante. Sono state poi ulteriormente pressate nel vasetto e coperte con olio d’oliva. Anche le zucchine sono state trattate allo stesso modo. La procedura a freddo che abbiamo utilizzato lascia le melanzane e le zucchine più saporite e croccanti.

 

Melanzane a sinistra e zucchine a destra.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Nell’orto di Elvira ci sono anche le angurie, poche, piccole ma buonissime e totalmente biologiche.

 

Il campo delle patate e delle cipolle che vi ho mostrato negli articoli precedenti è arrivato a compimento. Le patate sono state raccolte e abbiamo ottenuto un ottimo risultato, quasi 200 kg!

Le patate conservate in cantina, al buio, resisteranno a lungo.

 

 

Infine vi mostro le cipolle rosse gigante che Elvira ha prodotto quest’anno.

Orto esterno esposto a Sud

 

Per ora è tutto, ci vediamo il prossimo mese. Buona estate a tutti!

Siamo a vostra disposizione per ogni informazione o domanda all’indirizzo: Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo. .